Telefono CEFI
Mail: assistenza@cefi.it

CEFI Community
Commenti e Recensioni dei Nostri Allievi


Argomenti News
dalla tabella potete scegliere il tema degli argomenti trattati.

Download

Formazione Cefi

Cefi Box

Aggiungi le Cefi -News alle pagine del Tuo Sito.

GRATIS
il codice da aggiungere


Microsoft presenta il pc del futuro: Milan


Windows Vista è stato il primo passo, Surface il futuro. Un progetto segreto dell'azienda di Bill Gates mostra i passi avanti nel mondo dei personal computer dei prossimi anni


Nel corso degli ultimi cinque anni Microsoft ha lavorato su Project Milan, un progetto segreto sviluppato contemporaneamente a Windows Vista che consiste di una nuova piattaforma hardware e software che porterà alla nascita dei personal computer del futuro.

Milan, da non confondere con la squadra di calcio, è composto da uno schermo sensibile al tocco e da un pc di nuova generazione affiancati da un sottosistema software, integrato con Windows Vista, che Microsoft ha battezzato Surface.

Microsoft Surface è un prodotto rivoluzionario che potrebbe cambiare il modo in cui sono concepiti gli attuali computer. Durante la dimostrazione tenutasi a New York, Microsoft ha messo in funzione alcuni prototipi realizzati sulla base di alcuni "tavolini da caffè" realizzati con schermi a cristalli liquidi da 42" che rispondevano alle interazioni dell'utente attraverso il semplice "tocco" dello schermo.

L'interfaccia risponde alle sollecitazioni di chi usa il sistema, permettendo con le dita di spostare oggetti sullo schermo, ingrandire le immagini o interagire con qualsiasi elemento presente nell'interfaccia. Chi ha familiarità con i Tablet pc, i notebook con schermo sensibile al tocco, vedrà in Microsoft Surface un prodotto dalle caratteristiche simili, ma dopo un'analisi più attenta è facile scoprire le potenzialità di questa "rivoluzione".

Innanzi tutto Surface interagisce con uno schermo sensibile al tocco di tipo multi-touch, in grado di reagire a più sollecitazioni contemporaneamente senza alcuna limitazione, inoltre lo schermo riconosce le periferiche "poggiate" sulla proria superficie e le considera come collegate al sistema. Si tratta di un sistema di auto-sincronizzazione tra periferiche senza fili attraverso connessioni Wi-Fi, Bluetooth o IrDA.

Durante la dimostrazione è stata per esempio realizzata una foto con una camera digitale, successivamente è stata poggiata sullo schermo e gli ultimi scatti sono apparsi come per magia sullo schermo: l'utente ha quindi la possibilità di interagire con le immagini e spostarle dove preferisce, come ad esempio all'interno di un telefono cellulare poggiato in un altro angolo dello schermo.

Fonte: www.pcw.it

Notizia pubblicata in data :