Telefono CEFI
Mail: assistenza@cefi.it

CEFI Community
Commenti e Recensioni dei Nostri Allievi


Argomenti News
dalla tabella potete scegliere il tema degli argomenti trattati.

Download

Formazione Cefi

Cefi Box

Aggiungi le Cefi -News alle pagine del Tuo Sito.

GRATIS
il codice da aggiungere


SKY, esplode lo scandalo


Attaccano i consumatori, si moltiplicano le prese di posizione politiche, interrogazioni della maggioranza e dell'opposizione: la manovra di SKY sui decoder sta suscitando indignazione.


No, la decisione di SKY di passare ai decoder blindati e trasmissioni in sola codifica NDS non passerà inosservata. Di ora in ora l'operazione della società satellitare viene messa sempre più fortemente in discussione e c'è chi tra gli oppositori spera che l'azienda del tycoon australiano Murdoch sia costretta presto a tornare sui propri passi
Alle denunce presentate dalle società costruttrici e dalle associazioni dei consumatori, in queste ore si stanno aggiungendo le prese di posizione politiche che sempre più spesso risuonano in Parlamento.
Dopo l'interrogazione a risposta scritta presentata in Senato da Mauro Fabris, esponente dell'Udeur, di cui ha parlato ieri Punto Informatico, nelle scorse ore un altro parlamentare della maggioranza, il deputato Marcello Meroi (Capogruppo A.N. Commissione Trasporti Poste e Telecomunicazioni) ha deciso di passare all'attacco dell'operazione Sky con una nuova interrogazione pubblicata anche su digital sat. Meroi ricorda che con il decoder fornito da Sky in sostituzione di quelli già posseduti dagli abbonati non è possibile accedere al numero pressoché illimitato di canali prima disponibili e sottolinea come "l'aver ottenuto i diritti relativi alla fornitura del servizio televisivo privato non può certo prevedere che il Gestore, al fine di rendere disponibile la propria piattaforma ai regolari abbonati, possa nel contempo impedire all'utente la visione di altri canali in chiaro offerti gratuitamente da altri network".
Secondo Meroi quella della pirateria è una scusa, in quanto "tale problematica deve essere affrontata e risolta con la predisposizione di adeguate tecnologie e strumenti di protezione da parte del Gestore". L'esponente di AN chiede dunque che il Governo prescriva a Sky di cancellare la restrizione alla visione dei canali in chiaro offerti dagli altri network.
Ma se nella maggioranza circola malcontento, anche nell'opposizione sono in tanti a chiedere interventi immediati. Giorgio Panattoni e Giuseppe Giulietti, entrambi deputati diessini, hanno annunciato un'interrogazione al ministro delle Comunicazioni per quello che ritengono rappresenti "un trucco che viola la legge". "Non abbiamo una legge sul decoder unico? - si chiedono i due deputati - E se così è, perché il nuovo decoder che SKY sta installando presso i propri abbonati ritenendolo sicuro contro le azioni di pirataggio consente la facile ricezione dei canali Sky ma limita e rende complicata la ricezione degli altri canali?" "Non si limita così la libertà d'informazione? - si chiedono i due parlamentari - Vogliamo costringere tutti i cittadini a usare due decoder?".
L'interrogazione dei deputati dell'opposizione nella commissione TLC della Camera punta a bloccare le operazioni di SKY e ripristinare la legalità. A loro dire quanto avviene è un attentato alle libertà dei cittadini provocato "da una impresa privata operante sulla base di autorizzazioni rilasciate dallo Stato" e un'operazione "in palese contraddizione con la massima apertura assicurata dal decoder unico, previsto da una legge dello Stato, che di fatto viene disattesa e cancellata".
Nel silenzio più o meno assoluto fin qui conservato da SKY Italia, in queste ore si attende la decisione dell'Autorità TLC sulle denunce presentate da Adiconsum. Per ora l'Autorità, come è noto ai lettori di Punto Informatico, sembra essere orientata a far passare l'iniziativa di SKY imponendo al massimo la possibilità per gli utenti che lo desiderano di rescindere il contratto con l'operatore.
Nelle scorse ore Adiconsum ha ricordato che la situazione attuale viola la legge sul decoder unico nonché le delibere della stessa Autorità. E ha chiesto non solo il blocco dell'operazione SKY ma anche l'apertura di un tavolo di confronto con l'azienda e lo "sblocco" dei decoder SKY, affinché possano ricevere tutte le trasmissioni provenienti dal satellite.

Fonte: www.punto-informatico.it

Notizia pubblicata in data : 02 Ottobre 2004