Telefono CEFI
Mail: assistenza@cefi.it

CEFI Community
Commenti e Recensioni dei Nostri Allievi


Argomenti News
dalla tabella potete scegliere il tema degli argomenti trattati.

Download

Formazione Cefi

Cefi Box

Aggiungi le Cefi -News alle pagine del Tuo Sito.

GRATIS
il codice da aggiungere


Contro il P2P 60 artisti italiani


Una petizione sostenuta dalla FIMI viene controfirmata da numerosi grossi nomi della musica nazionale, da Dalla a Venditti, a Ramazzotti: non rubate la nostra creatività


Con una serie di "sì" e di "no" una petizione sostenuta dalla FIMI indica una posizione netta contro l'uso illecito del peer-to-peer, una posizione controfirmata in queste ore da numerosi artisti di primo piano della musica italiana.
La petizione sostiene il mercato legale della musica e per la copia personale e si scaglia contro quella che definisce la "pirateria personale".
"Noi artisti, musicisti e autori - si legge nel testo - desideriamo che il nostro pubblico abbia l'accesso più ampio possibile alle nostre opere" e contestualmente si afferma "No alla demagogia e all'ipocrisia della musica gratis in rete. È normale pagare un computer, una connessione o un abbonamento, il trasporto.. e rubare i contenuti, la nostra creatività?"
Sono più di 60 i firmatari del documento messo in rete dalla FIMI che lo ha presentato, per usare le parole della Federazione della musica italiana, "alle maggiori istituzioni dello Stato".
"La petizione - afferma FIMI - affronta il tema della musica legale in rete e le false demagogie che circondano il dibattito sulla musica e la rete". Si tratta di un testo molto simile a quello di un'altra petizione promossa in Francia e già controfirmata da numerosi artisti transalpini.
Tra quelli italiani che hanno firmato vi sono Biagio Antonacci, Samuele Bersani, Lucio Dalla, Tiziano Ferro, Paola e Chiara, Enzo Jannacci, Gianni Morandi, Francesco Tricarico, Antonello Venditti e Tommaso Zanello (Piotta).

Fonte: www.punto-informatico.it

Notizia pubblicata in data : 14 Luglio 2004