Formazione Cefi
Ecdl e Office
Cad e Gis
Rendering e Animazione
Corsi Grafica
Corsi Video
Progettazione Web
Web Avanzato
Programmazione
Amministratore Reti
Master
Corsi Regionali
Corsi Professionali


Corso On- Line sulle Tecnologie di Rendering
a Cura di Arch. Stefano Giuliani

Prima Seconda Terza Quarta Quinta Sesta Parte



Inserimento degli oggetti paesaggio con Autocad.

Negli scorsi articoli abbiamo visto come impostare tutti i parametri per ottenere un rendering dei modelli tridimensionali sviluppati in ambiente cad, ricordo che il processo di rendering effettua un calcolo algoritmico sugli oggetti vettoriali presenti nella scena per produrre una proiezione degli stessi definita in un immagine bitmap. Ma come fare per arricchire il rendering finale con elementi tipo fotografie di persone o oggetti ? Esistono anche dei programmi che ci permettono di modellare in 3D e in modo interattivo alberi o figure umane ( Poser), dove, dopo aver definito la figura è possibile inserirla in Autocad come blocco vettoriale , ma il risultato finale non sarà ottimale e inoltre il tempo di rendering aumenterà in modo percettibile in quanto queste figure sono composte da molte facce ( basta pensare alle foglie di un albero o anche a tutti gli elementi per geometrizzare una figura umana), inoltre per effettuare una mappatura corretta di questi oggetti occorrerebbero settimane di lavoro e molta esperienza. Questo procedimento è invece necessario nel caso volessimo produrre un filmato , ma Autocad non permette di produrre delle animazioni sui nostri modelli tridimensionali e quindi è consigliabile esportare il nostro modello su un altro programma come 3d Studio Max, che oltre a gestire il processo di rendering in modo più accurato, ci permette di definire delle animazioni sugli oggetti e sulle fotocamere in modo da ottenere un filmato completo del nostro modello esportandola anche nei più conosciuti formati video . Ricordo che Autocad e 3D Studio sono pienamente compatibili e permettono di scambiare tra di loro i vari progetti.
Ritorniamo al nostro Autocad, molte persone utilizzano Adobe Photoshop per ritoccare il rendering finale e anche per effettuare dei fotomontaggi tra quest'ultimo e delle fotografie come paesaggi e figure umane. Autocad prevede una funzione per inserire oggetti paesaggio come foto di persone o di alberi dentro la nostra scena tridimensionale, ma attenzione, il risultato finale sarà visibile solo dopo aver effettuato il rendering , in origine l'oggetto è rappresentato da un triangolo con dentro il nome del file bitmap di origine.
Viene fornita insieme al programma una libreria di oggetti preesistenti .Tali files sono in formato "Bitmap Tga" e sono costituiti da un'immagine primaria ( foto dell'oggetto) e da una mappa di opacità, per intenderci la mappa di opacità è sempre un immagine in tga ma a 2 colori ( Bianco e Nero) che abbinata alla foto di origine permette di scontornare delle zone in corrispondenza alle aree nere della mappa.
Prima di inserire un oggetto paesaggio assicuriamoci di posizionare in modo corretto l' UCS che deve essere sempre parallelo al piano di inserimento dell'oggetto e poi clicchiamo su Visualizza > Render > Nuovo Oggetto Paesaggio.

A questo punto ci compare una lista degli oggetti messi a disposizione dalla libreria di default di Autocad, possiamo selezionarne uno e tramite il tasto "anteprima" vedere la corrispondenza dell'immagine applicata.
L'Oggetto sulla scena finale è rappresentato bidimensionalmente ( come una sagoma di cartone ritagliato) e quindi consiglio di attivare la casella " Allineato con il punto di vista" per ottenere un immagine perfettamente perpendicolare all'obiettivo della nostra camera fotografica. Successivamente scegliamo se il nostro oggetto deve essere rappresentato a faccia singola o incrociata a secondo se vogliamo ottenere una disposizione ortogonale dell'immagine ( a me non piace e per questo consiglio di utilizzare " a faccia singola"). L'altezza dell'oggetto deve essere impostata in base alle unità di disegno, quindi se stiamo lavorando in metri inseriamo circa 1,7 per le persone e 7 per un albero. Ma attenzione se lavoriamo in centimetri questa casella accetta solo valori compresi tra 1 e 100 e per assegnare la dimensione voluta saremmo costretti ad utilizzare il comando "scala " solo dopo aver inserito l'oggetto sulla scena. Determiniamo la posizione tramite il comando presente sulla finestra di dialogo e infine confermiamo le scelte con il tasto " OK".
E' possibile ridefinire le proporzioni e la posizione modificando l'oggetto nella scena tramite i comandi "scala, ruota e sposta" e in caso volessimo duplicarlo possiamo utilizzare il comando "Copia".
Per modificare le impostazioni di un oggetto inserito, clicchiamo su Visualizza > Render > Modifica Oggetto Paesaggio e selezioniamo l'oggetto da modificare.
Infine per modificare le impostazione della libreria o per inserire nuovi oggetti clicchiamo su Visualizza > Render > Libreria degli Oggetti Paesaggio.

Ci viene rappresentata una lista di tutti gli oggetti paesaggio contenuti nella libreria, per modificare la libreria preesistente facciamo clic su " Modifica", da questa finestra si possono cambiare i seguenti attributi : Nome dell'oggetto, File di immagine e File della mappa di opacità.Ci viene rappresentata una lista di tutti gli oggetti paesaggio contenuti nella libreria, per modificare la libreria preesistente facciamo clic su " Modifica", da questa finestra si possono cambiare i seguenti attributi : Nome dell'oggetto, File di immagine e File della mappa di opacità.

Per cambiare o inserire nuove mappe è necessario avere a disposizione due file in TGA di dimensioni non superiori a 150 kb ( in modo da non rallentare il rendering) . Per creare queste mappe è necessario l'utilizzo di un programma come Photoshop che permette di poter manipolare le immagini bitmap e di scontornarle.

Un consiglio è quello di fotografare direttamente gli oggetti da inserire con una macchina fotografica digitale ,per poi creare la relativa maschera con un programma di fotoritocco. Un oggetto paesaggio può essere una persona o un gruppo, un albero o anche un a pianta ma possono essere considerati anche le foto di prospetti delle facciate ( senza troppe variazioni di volume).
In questo modo potete arricchire la libreria con nuove figure da utilizzare nei vostri modelli tridimensionali.


Prima Seconda Terza Quarta Quinta Sesta Parte